Descrizione

Posizione

Cos'è incluso? Più di quanto tu possa immaginare.

Benvenuto personale

Accogliamo tutti gli ospiti di persona direttamente all’appartamento selezionato oppure al The Grand Club situato nel cuore della città

Pulizia quotidiana e cambio biancheria

Pulizia giornaliera, cambio biancheria per assicurarci che rientri in una casa perfettamente pulita

Biancheria e prodotti di lusso

Ogni appartamento è preparato con bianchieria di lusso, prodotti da bagno e asciugamani di pregio

Chiedi ad Alfred 24/7

Staff locale disponibile 24/7 per qualsiasi richiesta

E molto altro

• Tutti nostri appartamenti sono completamente forniti con tutti i comforts, per farti sentire a casa
• Dotazione di wi-fi
Kit colazione a seconda delle vostre richieste
Accesso al The Grand Club - uno spazio dedicato per prenotare le tue esperienze, rilassarsi o lavorare in un’area privata

Personalizza il tuo soggiorno

The Grand Rooftop Close to home selection by the Master of the keys

252.00

Portico d’Ottavia

Templi di San Nicola in Carcere

Monastero di Santa Francesca Romana

Cripta Balbi

Palazzo Mattei di Giove


Nella pietra il leone ancora azzanna la gazzella. Pozzi profondi dove le acque sacre hanno iniziato il Popolo Eletto. Il rosso purpureo dell’imperatore che avvolge i mattoni. Pozzi sprofondati, oscuri, dove ci si trova di fronte a portici infiniti che erano la Roma dell’Impero. Porte sempre chiuse, nella sacralità monastica. Il mito dell’impero che decora con i suoi marmi i nuovi principi del Rinascimento. Il Grand Palace, che vive fra la Roma sottosopra delle Botteghe Oscure e i marmi dei nobili del Ghetto, i cui palazzo sembrano blocchi di marmo, appoggiati sulla sabbia.




Prezzo del biglietto non incluso

Portico d’Ottavia

Templi di San Nicola in Carcere

Monastero di Santa Francesca Romana

Cripta Balbi

Palazzo Mattei di Giove


Nella pietra il leone ancora azzanna la gazzella. Pozzi profondi dove le acque sacre hanno iniziato il Popolo Eletto. Il rosso purpureo dell’imperatore che avvolge i mattoni. Pozzi sprofondati, oscuri, dove ci si trova di fronte a portici infiniti che erano la Roma dell’Impero. Porte sempre chiuse, nella sacralità monastica. Il mito dell’impero che decora con i suoi marmi i nuovi principi del Rinascimento. Il Grand Palace, che vive fra la Roma sottosopra delle Botteghe Oscure e i marmi dei nobili del Ghetto, i cui palazzo sembrano blocchi di marmo, appoggiati sulla sabbia.




Prezzo del biglietto non incluso

Col permesso speciale alla farmacia del Papa

550.00

Un gradino alla volta, immaginate di salire al primo piano di un antico convento. Alla fine della scala lì ad aspettarvi, tra antiche ampolle, setacci e pozioni, un miscuglio sorprendente di remoti saperi, credenze alchemiche e religiosità: è l’Antica Farmacia di Santa Maria della Scala, all’interno della chiesa di Santa Maria della Scala a Trastevere, nel convento dei frati Carmelitani Scalzi. Istituita nella seconda metà del XVI secolo e aperta al pubblico dal Seicento, diventò il riferimento per cardinali, principi, medici dei pontefici, tanto da avvalersi dell’appellativo di Farmacia dei Papi.

Un gradino alla volta, immaginate di salire al primo piano di un antico convento. Alla fine della scala lì ad aspettarvi, tra antiche ampolle, setacci e pozioni, un miscuglio sorprendente di remoti saperi, credenze alchemiche e religiosità: è l’Antica Farmacia di Santa Maria della Scala, all’interno della chiesa di Santa Maria della Scala a Trastevere, nel convento dei frati Carmelitani Scalzi. Istituita nella seconda metà del XVI secolo e aperta al pubblico dal Seicento, diventò il riferimento per cardinali, principi, medici dei pontefici, tanto da avvalersi dell’appellativo di Farmacia dei Papi.

La tua foto firmata Fabio Lovino

1141.00

Fabio Lovino è il più importante fotografo ritrattista italiano, oltre ad avere immortalato volti di star internazionali come Robert De Niro, Al Pacino, Benicio del Toro, Terry Gilliam, Martin Scorsese, Francis Ford Coppola, Isabelle Huppert, David Cronemberg, David Lynch, e tanti altri. Indimenticabili le espressioni dei suoi Marco Bellocchio, Bernardo Bertolucci, Nanni Moretti, Sergio Castellitto, Lucio dalla, etc. Molti di questi ritratti sono anche diventati le copertine e servizi dei più famosi magazine italiani ed esteri, come Io Donna, Max, Elle, Vogue, Vanity Fair, Rolling Stone, l’Express. Nel suo prestigioso studio situato nel pieno centro storico romano, inondato di luce e pieno degli oggetti che i suoi stylist usano per preparare i set, potrete ammirare molti dei suoi scatti e diventare voi stessi soggetto d'arte, portandovi a casa il vostro ritratto.



Fabio Lovino è il più importante fotografo ritrattista italiano, oltre ad avere immortalato volti di star internazionali come Robert De Niro, Al Pacino, Benicio del Toro, Terry Gilliam, Martin Scorsese, Francis Ford Coppola, Isabelle Huppert, David Cronemberg, David Lynch, e tanti altri. Indimenticabili le espressioni dei suoi Marco Bellocchio, Bernardo Bertolucci, Nanni Moretti, Sergio Castellitto, Lucio dalla, etc. Molti di questi ritratti sono anche diventati le copertine e servizi dei più famosi magazine italiani ed esteri, come Io Donna, Max, Elle, Vogue, Vanity Fair, Rolling Stone, l’Express. Nel suo prestigioso studio situato nel pieno centro storico romano, inondato di luce e pieno degli oggetti che i suoi stylist usano per preparare i set, potrete ammirare molti dei suoi scatti e diventare voi stessi soggetto d'arte, portandovi a casa il vostro ritratto.



Villa Giustiniani Massimo

Prezzo su richiesta

Una villa Seicentesca, lontana dai grandi circuiti turistici, le cui sale furono decorate da pittori tedeschi attivi a Roma nella prima metà del XIX secolo. Il Casino Giustiniani è stato costruito all’inizio del Cinquecento come residenza di campagna da Vincenzo Giustiniani, poi acquisito dalla famiglia Massimo. Furono loro a incaricare i Nazareni di abbellire con affreschi le tre sale al piano terra prendendo a modello i grandi maestri italiani del passato: i dipinti di questi artisti venuti dal nord Europa sono dei capolavori di rara bellezza. Sui muri del palazzo è possibile leggere, attraverso il linguaggio delle immagini, i testi che hanno costruito la storia della letteratura italiana, dalla Divina Commedia di Dante alla Gerusalemme Liberata di Tasso passando per l’Orlando Furioso di Ariosto.

Una villa Seicentesca, lontana dai grandi circuiti turistici, le cui sale furono decorate da pittori tedeschi attivi a Roma nella prima metà del XIX secolo. Il Casino Giustiniani è stato costruito all’inizio del Cinquecento come residenza di campagna da Vincenzo Giustiniani, poi acquisito dalla famiglia Massimo. Furono loro a incaricare i Nazareni di abbellire con affreschi le tre sale al piano terra prendendo a modello i grandi maestri italiani del passato: i dipinti di questi artisti venuti dal nord Europa sono dei capolavori di rara bellezza. Sui muri del palazzo è possibile leggere, attraverso il linguaggio delle immagini, i testi che hanno costruito la storia della letteratura italiana, dalla Divina Commedia di Dante alla Gerusalemme Liberata di Tasso passando per l’Orlando Furioso di Ariosto.

Personal Shopper

150.00

Roma è senza dubbio il paradiso dello shopping griffato. Questo cuore pulsante ruota intorno a Piazza di Spagna e le strade che la incrociano, quasi due chilometri di negozi per tutti i gusti in uno scenario storico e artistico decisamente spettacolare. Se via Condotti raggruppa grandi firme del Made in Italy (e non solo) per quanto riguarda abbigliamento e accessori (Gucci, Ferragamo, Louis Vuitton, Armani, Michael Kors, Jimmy Choo, Tiffany, Cartier, Bulgari, Dior), via del Babuino e via Margutta sono le mete ideali per gli amanti dell’antiquariato e dell’arte. Lo shopping acquista però una bellezza mozzafiato quando si arriva a Piazza di Spagna, e proprio per questo nomi dell’alta moda italiana del calibro di Gucci, Bulgari e Valentino hanno scelto di posizionare proprio nei pressi della piazza i loro stores. Ci sono però altri nomi e boutique che si sono imposti in questo scenario e che non hanno niente da invidiare a questi pilastri del panorama mondiale della moda. Affidarsi alla nostra ambassador, l’italo-americana Alysa, permetterà di entrare in contatto con i marchi di lusso a Roma, ma anche con i designer e i negozi meno conosciuti per acquistare abbigliamento, accessori, oggetti e mobili per la casa e artigianato made in Italy.

Roma è senza dubbio il paradiso dello shopping griffato. Questo cuore pulsante ruota intorno a Piazza di Spagna e le strade che la incrociano, quasi due chilometri di negozi per tutti i gusti in uno scenario storico e artistico decisamente spettacolare. Se via Condotti raggruppa grandi firme del Made in Italy (e non solo) per quanto riguarda abbigliamento e accessori (Gucci, Ferragamo, Louis Vuitton, Armani, Michael Kors, Jimmy Choo, Tiffany, Cartier, Bulgari, Dior), via del Babuino e via Margutta sono le mete ideali per gli amanti dell’antiquariato e dell’arte. Lo shopping acquista però una bellezza mozzafiato quando si arriva a Piazza di Spagna, e proprio per questo nomi dell’alta moda italiana del calibro di Gucci, Bulgari e Valentino hanno scelto di posizionare proprio nei pressi della piazza i loro stores. Ci sono però altri nomi e boutique che si sono imposti in questo scenario e che non hanno niente da invidiare a questi pilastri del panorama mondiale della moda. Affidarsi alla nostra ambassador, l’italo-americana Alysa, permetterà di entrare in contatto con i marchi di lusso a Roma, ma anche con i designer e i negozi meno conosciuti per acquistare abbigliamento, accessori, oggetti e mobili per la casa e artigianato made in Italy.

Museo Nazionale Romano

Prezzo su richiesta

Il New York Times gli dedica un articolo nella famosa rubrica 36 Hours elencandolo tra i siti che necessariamente andrebbero visti. È il Museo Nazionale Romano, nato nel 1889 nello scenario delle Terme di Diocleziano, uno dei centri principali della cultura storica e artistica della Capitale. Oggi è organizzato in quattro sedi distinte: le Terme, il Palazzo Massimo, il Palazzo Altemps e la Crypta Balbi: le Terme sono il più grande impianto termale romano e nei luoghi che un tempo furono dedicati al benessere degli antichi oggi è possibile ammirare reperti archeologici, il Museo della Comunicazione scritta dei Romani, quello di Protostoria dei Popoli Latini e il Museo Virtuale della Villa di Livia. In questi stessi luoghi, Michelangelo realizzò la Basilica di Santa Maria degli Angeli e dei martiri Cristiani. Palazzo Altemps, invece, ospita le maggiori collezioni delle famiglie aristocratiche romane. A Palazzo Massimo, costruito alla fine dell’800 in stile neorinascimentale per ospitare il collegio dei padri gesuiti, vedrete una delle più importanti collezione di arte classica del mondo. Infine, la Cripta Balbi: tra sculture, affreschi, mosaici, monete e reperti archeologici, un itinerario tra storia, miti e vita quotidiana del tempo che fu.

Il New York Times gli dedica un articolo nella famosa rubrica 36 Hours elencandolo tra i siti che necessariamente andrebbero visti. È il Museo Nazionale Romano, nato nel 1889 nello scenario delle Terme di Diocleziano, uno dei centri principali della cultura storica e artistica della Capitale. Oggi è organizzato in quattro sedi distinte: le Terme, il Palazzo Massimo, il Palazzo Altemps e la Crypta Balbi: le Terme sono il più grande impianto termale romano e nei luoghi che un tempo furono dedicati al benessere degli antichi oggi è possibile ammirare reperti archeologici, il Museo della Comunicazione scritta dei Romani, quello di Protostoria dei Popoli Latini e il Museo Virtuale della Villa di Livia. In questi stessi luoghi, Michelangelo realizzò la Basilica di Santa Maria degli Angeli e dei martiri Cristiani. Palazzo Altemps, invece, ospita le maggiori collezioni delle famiglie aristocratiche romane. A Palazzo Massimo, costruito alla fine dell’800 in stile neorinascimentale per ospitare il collegio dei padri gesuiti, vedrete una delle più importanti collezione di arte classica del mondo. Infine, la Cripta Balbi: tra sculture, affreschi, mosaici, monete e reperti archeologici, un itinerario tra storia, miti e vita quotidiana del tempo che fu.

Museo Andersen

Prezzo su richiesta

A pochi passi da Piazza del Popolo, uno dei luoghi più conosciuti dell’intera Capitale, dalle sue due chiese gemelle, dalla lunga via del Corso, dal brulichio continuo di persone, in pochi conoscono un elegante villino immerso nella quiete. È il luogo dove, una volta trasferitosi a Roma, visse, per il resto della sua vita, il pittore e scultore danese Hendrik Christian Andersen e dove oggi sono conservate le sue opere. Una nostra guida vi condurrà alla scoperta della vita dell’artista. Una traccia autentica di una Roma cosmopolita, casa e rifugio per artisti e intellettuali provenienti da ogni parte del mondo.

A pochi passi da Piazza del Popolo, uno dei luoghi più conosciuti dell’intera Capitale, dalle sue due chiese gemelle, dalla lunga via del Corso, dal brulichio continuo di persone, in pochi conoscono un elegante villino immerso nella quiete. È il luogo dove, una volta trasferitosi a Roma, visse, per il resto della sua vita, il pittore e scultore danese Hendrik Christian Andersen e dove oggi sono conservate le sue opere. Una nostra guida vi condurrà alla scoperta della vita dell’artista. Una traccia autentica di una Roma cosmopolita, casa e rifugio per artisti e intellettuali provenienti da ogni parte del mondo.

The Grand Pantheum Suite -Close to home by the Master of the keys

305.00

Biblioteca Angelica

Sant’Agostino in Campo Marzio

Stadio di Domiziano (parte conservata sotto l’Istinto Saint Louis de France)

Palazzo Patrizi

Palazzo Altemps

Casa Mario Praz


Collezione. Insieme di oggetti, frutto della sapienza della singola persona. Ciascuno che rimanda a un percorso mentale proprio di chi li ha raccolti. Nel torace di legno e carta creato da Vanvitelli, ogni libro è qualcosa di esistente, vivo, rintracciabile. Basta cercarlo. Basta sapere cosa cercare. Come i pellegrini che trovano la Madonna viva sulla soglia d Loreto, dove Caravaggio da luce nell’ombra mentre Raffaello illumina i colori eterni dei profeti. Si passa sottoterra per trovare la forma del nuovo e si ritorna nel mondo nuovo. Winckelmann traccia il contemporaneo, attraverso lo sguardo dell’Era Ludovisi e Ermes attende la nuova astuzia, sotto l’Altana Altemps



Prezzo del biglietto non incluso

Biblioteca Angelica

Sant’Agostino in Campo Marzio

Stadio di Domiziano (parte conservata sotto l’Istinto Saint Louis de France)

Palazzo Patrizi

Palazzo Altemps

Casa Mario Praz


Collezione. Insieme di oggetti, frutto della sapienza della singola persona. Ciascuno che rimanda a un percorso mentale proprio di chi li ha raccolti. Nel torace di legno e carta creato da Vanvitelli, ogni libro è qualcosa di esistente, vivo, rintracciabile. Basta cercarlo. Basta sapere cosa cercare. Come i pellegrini che trovano la Madonna viva sulla soglia d Loreto, dove Caravaggio da luce nell’ombra mentre Raffaello illumina i colori eterni dei profeti. Si passa sottoterra per trovare la forma del nuovo e si ritorna nel mondo nuovo. Winckelmann traccia il contemporaneo, attraverso lo sguardo dell’Era Ludovisi e Ermes attende la nuova astuzia, sotto l’Altana Altemps



Prezzo del biglietto non incluso

Hai dubbi? Contattaci!

Lasciaci la tua mail e ti ricontatteremo non appena possibile.

La tua richiesta è stata inviata con successo!
Si è verificato un errore. Riprova.